Varia a Palmi: edizione 2016 un successo

Anche quest’anno la Varia di Palmi, celebrazione tradizionale cattolica riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità, ha richiamato un numero ingente di spettatori, circa 100mila persone.
Questa cerimonia ha luogo dal XVI secolo quando Palmi fu destinataria di un dono singolare dalla città di Messina: una reliquia, capello della Beata Vergine Maria, per aver assistito i propri abitanti con ospitalità e generi di prima necessità, durante un’epidemia di peste.

La tradizione ha visto anche quest’anno protagonista il carro votivo, trasportante il “Trionfino”, recante il Capello della Madonna; insieme alla reliquia, vengono trasportati a braccia, seduti sul carro, il “Padreterno” e l’ “Animella”, figuranti abitanti di Palmi eletti per impersonare Dio e Maria stessi (rispettivamente Giuseppe Ciappina e Silvia Scarfone nell’edizione di quest’anno).
Il carro è alto 16 metri e viene trasportato lungo il percorso da 200 ‘mbuttaturi, aiutati dalla popolazione per il trasporto.
Il programma religioso è tradizionalmente svolto l’ultima domenica di agosto, dopo i riti tradizionali dei giorni precedenti “la calata du cippu”, “la prova di coraggio”, la rievocazione dell’arrivo del Capello Sacro; esso ha inizio con la celebrazione solenne, dopo la quale viene imbastito il tradizionale corteo storico, con i tamburinari ed i “giganti di Palmi”,rigidamente preciso nell’ ordine di apparizione dei protagonisti.
La giornata trova conclusione con eventi festosi e formali nella città, partendo dalla “scasata della varia”, condotta quest’anno da Domenico Milani, con il rinomato concerto in conclusione.

 Video al link seguente >

Galleria foto:

Il direttore, Carmelo Adolfo Rinaldi, era in loco come partecipante e giornalista per l’edizione 2016.

Share Button
Varia a Palmi: edizione 2016 un successo
Tag:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *